Il Festival

 

Come nasce Bookolica

Il progetto del Festival nasce dall’idea di incanalare una molteplicità di energie e spinte propulsive eterogenee in un’occasione di incontro e scambio nei comuni dell’Alta Gallura.

Dal desiderio di scoperta e dalla genuina voglia di incontro, nasce così Bookolica: una tre giorni in cui artisti emergenti, attori, scrittori e musicisti danno vita ad un’esperienza multi-sensoriale fatta di letture ad alta voce, musica dal vivo, presentazioni di libri, laboratori di scrittura creativa, performance teatrali, momenti conviviali con gli autori, allestimenti di mercatini dell’usato di libri, trekking letterari, spettacoli partecipati.


 

Testi e Contesti

Obiettivo del festival è riconsiderare la centralità del lettore e della comunità locale nel proprio contesto ambientale, riscoprendo i luoghi come libri interattivi da sfogliare, ri-leggere e nei quali sentirsi protagonisti consapevoli.

Far dialogare i diversi linguaggi dell’arte e della cultura con la tradizione e la tecnologia, spogliare l’evento culturale della sua aura elitaria per dar luogo a piccoli eventi che richiamano il racconto attorno al fuoco, la condivisione, il confronto, il racconto come unione partecipata.


 
 
 

Sezioni tematiche

Bookolica è composto da diverse anime che rappresentano l’interazione della letteratura con le altre arti e linguaggi. Il programma si rivolge ad un pubblico ampio e intergenerazionale: dalle attività laboratoriali e digitali per l’infanzia fino alle incursioni di lettura per adulti in luoghi inusuali quali mercati, nuraghe, giardini e carceri.

CONTRAPPUNTI

Contaminazioni fra letteratura e arte visiva

READING E PRESENTAZIONI

Lettura ad alta voce e presentazioni libri

SPETTACOLI TEATRALI

Performance e spettacoli teatrali


TREKKING

Escursioni archeologico-letterarie

MUSICA

Reading musicali e incursioni sonore

LABORATORI

Laboratori per bambini e ragazzi


[Illustrazioni: Roberta Errani]

Send this to a friend