IL FESTIVAL

Come nasce Bookolica

Il progetto del Festival nasce dall’idea di incanalare una molteplicità di energie e spinte propulsive eterogenee in un’occasione di incontro e scambio nei comuni dell’Alta Gallura.

Dal desiderio di scoperta e dalla genuina voglia di incontro, nasce così Bookolica: una quattro giorni in cui artisti emergenti, attori, scrittori e musicisti danno vita ad un’esperienza multi-sensoriale fatta di letture ad alta voce, musica dal vivo, presentazioni di libri, laboratori di scrittura creativa, performance teatrali, momenti conviviali con gli autori, allestimenti di mercatini dell’usato di libri, trekking letterari, spettacoli partecipati.

Testi e Contesti

Obiettivo del festival è riconsiderare la centralità del lettore e della comunità locale nel proprio contesto ambientale, riscoprendo i luoghi come libri interattivi da sfogliare, rileggere e nei quali sentirsi

protagonisti consapevoli.

Far dialogare i diversi linguaggi dell’arte e della cultura con la tradizione e la tecnologia, spogliare l’evento culturale della sua aura elitaria per dar luogo a piccoli eventi che richiamano il racconto attorno al fuoco, la condivisione, il confronto, il racconto come unione partecipata.

Illustrazioni: Rufoism e Elisa Talentino]

IL TEMA DI BOOKOLICA 2021

Don Chisciotte, da figura letteraria a eroe vivente

Il tema principale della quarta edizione di Bookolica è un lucido e audace Don Chisciotte contemporaneo che lotta contro i mulini a vento dell’ottusità imperante, oscillando tra la creatura romanzesca e le sue incarnazioni nella vita reale.

Il punto di partenza è il romanzo _Chisciotte_ di Antonio Moresco.

Personaggio ai margini, incompreso e talvolta schernito da chi sta al mondo diversamente, delegittimato o peggio ignorato da chi sta al potere, Don Chisciotte vede dove i più guardano senza vedere e passano oltre, indifferenti.

Dove costoro abboccano, fraintendono o tacciono, Chisciotte ausculta ed esprime la crisi della condizione umana, una crisi in prima battuta di linguaggio: la crisi di una comunicazione e di un’espressione tarate al ribasso.

In tale condizione, l’uomo non trova più la relazione tra la parola e la cosa che indica la parola stessa che nomina.

Nella crisi della parola e del pensiero dell’uomo, diviene necessario un cambio di rotta.

Si ricostituisce una nuova parola che moltiplica i propri sensi e rinnova la stessa e il suo diretto referente: il pensiero umano.

Questo è il significato più ampio di chisciottesimo,

Da questo punto, avviene la svolta.

La letteratura, in questo contesto diviene strumento per mettere in discussione attiva il pre-costituito ed il pre-stabilito.

Attraverso l’uso proattivo della parola quindi, si giunge al rinnovamento del pensiero dell’uomo contemporaneo.

La libera espressione del proprio sentire, attraverso parole che hanno aperto squarci di immagini e immaginario, visioni e visionarietà.

Come accade nella scrittura di Jonny Costantino, Domenico Brancale e lo stesso Antonio Moresco.

Il nostro Chisciotte ascolta persino ciò che non ha parola e pensa, pensa con la sua testa e con il suo cuore, dove i più si limitano a fare proprie le pappardelle altrui.

Dove costoro si fermano, il Don si rimbocca le maniche e agisce, cercando e trovando soluzioni visionarie.

Come ha fatto Beppe Vessicchio, trovando correlazioni tra la musica e le crescita delle piante…

O come gli innumerevoli ospiti del pre festival, impegnati attivamente su più fronti per la tutela dell’ambiente…

Oppure come Giorgio Mottola, Pablo Sole e Giovanni Maria Bellu, che hanno fatto del giornalismo d’inchiesta e della ricerca della verità il motore trainante delle loro azioni concrete.

Questo è il tratto donchisciottesco che accomuna i protagonisti dell’edizione 2021 di Bookolica, un manipolo ben assortito di Chisciotte viventi che, ognuno a modo proprio, aprono spiragli di bellezza nelle tetre cappe del presente.



Bookolica, il Festival dei Lettori Creativi, si terrà a Tempio Pausania dal 10 al 12 Settembre 2021, per far rivivere attraverso letture, musica, laboratori e performance le più recenti proposte editoriali sotto nuova luce.

Ti piacerebbe darci un parere sul festival?

Ecco il form!


Share via
 
Send this to a friend